Get Adobe Flash player

Laboratorio Caritas Parrocchiale

DESCRIZIONE 

E’ presente e strutturato in Diocesi, un servizio di accompagnamento dei volontari e degli operatori presenti sia nelle Parrocchie e sia nelle Caritas Territoriali con attività di incontro e accompagnamento nell’animazione, nella condivisione e nella testimonianza comunitaria della carità e della fede.

 

Il laboratorio della Carità prevede dei momenti di confronto e dialogo definiti annualmente e calendarizzati, anche se, in previsione di particolari progettazioni sociali e eventi di sensibilizzazione e promozione, vengono convocati incontri straordinari.

Sono organizzate con gli operatori delle Caritas Parrocchiali insieme al Direttore della Caritas di Vigevano, i Coordinatori di Settore (Servizi alla Persona, Servizi Specialistici, Servizi Sanitari ed Educativi) e, a seconda del tipo di argomento in previsione (accoglienza, dipendenze, giovani, salute mentale) uno dei Coordinatore d’Ambito.

Lo Scopo di tale laboratorio è quello di aiutare gli operatori parrocchiali a riconoscere le nuove povertà in previsione di una animazione più responsabile (anche attraverso corsi di formazione tenuti presso gli uffici della Caritas di Vigevano) e  di approfondire la spiritualità della Carità e diventarne testimonianza nella propria comunità.

 

ATTIVITA’

  • ANIMAZIONE DELLE PARROCCHIE ALLA TESTIMONIANZA DELLA CARITA’

Il Laboratorio Promozione Caritas anima e sostiene la maturazione di stili di testimonianza comunitaria della carità attraverso strategie che hanno lo stile del “laboratorio di idee”

  • FORMAZIONE OPERATORI CARITAS PARROCCHIALI

Il primo strumento che il Laboratorio diocesano offre alle Comunità parrocchiali è la formazione di animatori che possano poi aiutare le proprie comunità parrocchiali a vivere il comandamento della carità.

  • ACCOMPAGNAMENTO COMUNITA’ E CARITAS PARROCCHIALI

Unito alla formazione il Laboratorio accompagna gli operatori pastorali delle Caritas e le comunità parrocchiali che lo desiderano offrendo accompagnamenti specifici sempre nell’ottica e nella modalità laboratoriale, affinché siano le singole comunità a tracciare strade realmente percorribili nel contesto da loro vissuto.